Google+
RICERCA PRODOTTI
RICERCA RICETTE

Società Agricola Biodinamica San Michele

L'azienda

Nata nel 1987 dai medesimi fondatori della Libera Associazione (oggi Fondazione) Rudolf Steiner, che volevano mettere in pratica i principi dell’antroposofia per la coltivazione di prodotti da agricoltura biodinamica.

Oggi l’azienda si estende per 99 ettari dislocati in più corpi, distribuiti tra Breda di Piave, Maserada e Spresiano, una zona il cui terreno è particolarmente adatto alla coltivazione orticola, grazie alle inondazioni che ne hanno creato la composizione a base di sedimenti sabbiosi e non argillosi. Oltre alla produzione principale di ortofrutta biologica, si aggiungono altri 20 ettari di seminativo e 4 di vigne di Prosecco.

Ortaggi e allevamento


I principali prodotti da agricoltura biodinamica coltivati sono zucca, porro, patata, radicchio e finocchio.

La coltura delle orticole richiede una rilevante mole di lavoro manuale, poiché non sono utilizzate sostanze chimiche: fertilizzanti, pesticidi e diserbanti.

La San Michele ospita anche un allevamento bovino, finalizzato alla produzione di formaggi: la caciotta, stagionata 15 giorni; la latteria, stagionata 30 e stagionata 60 giorni; e la ricotta. Il latte, prodotto dalle vacche munte due volte al giorno, viene portato nella vicina latteria Perenzin, dove avviene la trasformazione.

Nella stalla, inoltre, viene prodotto il fertilizzante naturale: il letame viene mescolato con la paglia, e portato quindi a cumulo nei campi e fatto maturare. In questo cumulo sono inseriti i preparati biodinamici. Dal processo di fermentazione, si crea la base della fertilità dei terreni nei quali vengono coltivati gli ortaggi.

L’agricoltura biodinamica considera, infatti, la terra come un organismo vivente, che va stimolato e aiutato, non come mero supporto per le piante.