Google+
RICERCA PRODOTTI
RICERCA RICETTE

Cooperativa Apbosmam

cooperativa ApbosmanQuesto progetto nasce nella Valle della Chira, nell’estremo nord del Perù, a soli quattro gradi di latitudine dall’Equatore. La zona è bagnata dalle acque dell’omonimo fiume, che giungono abbondanti dalla diga Poechos, che fornisce l’acqua necessaria a questa valle alluvionale, in gran parte incolta, in cui nel 2001 si è sviluppata la coltura del banano biologico. I piccoli agricoltori nel 2006 si sono uniti nella cooperativa “Apbosmam”, con sede a Mallaritos, in provincia di Sullana (Piura). Questo gruppo di produttori rappresenta ora un modello sociale, sostenibile e nel pieno rispetto ambientale di una semplice vita contadina locale. Dopo un inizio difficile, non trovando sbocco sul mercato finale, si è avviato un legame stretto con il mercato bio italiano. I soci sono in tutti 316 (i più grandi hanno appezzamenti da due ettari). I prodotti sono certificati bio e Fair-trade, e recentemente si sono aggiunte altre iniziative sociali.

Progetto Peadfas

In particolare segnaliamo il progetto (una scuola per i figli dei contadini della cooperativa Apbosmam) finanziato da EcorNaturaSì da ormai tre anni, dove, circa 130 bambini possono studiare dalla prima alla settima classe. Per sostenere il progetto sia EcorNaturaSì che la cooperativa Apbosmam, versano un sovraprezzo di circa 1 cent al kg di banane. Nel 2013 sono stati acquistati banchi per la scuola, completata la posa delle finestre nelle aule scolastiche, piantumate siepi per proteggere l’edificio e gli alunni dal fortissimo vento che imperversa in quelle zone. Obiettivi per l’anno in corso sono completare l’acquisto di banchi e sedie e creare un orto biodinamico in cui anche i bambini possano imparare a coltivare, per riprodurlo poi nelle loro case, così da autosostenersi e migliorare l’alimentazione della famiglia. Ora i contadini stanno facendo il compost con lo sterco di capre selvatiche: uno dei soci gira tutte le aziende per raccoglierlo sterco, compostarlo e, una volta maturato, insaccarlo e distribuirlo agli altri agricoltori. A volte usa, in aggiunta, anche piante officinali. I protagonisti dell’intera filiera dalla produzione all’acquisto finale sono parte di un sistema che realizzerà al meglio la sua missione e porterà anche migliori risultati economici, solo se avrà nel cuore l’obiettivo originario: per l’evoluzione dell’Uomo e della Terra.